Sono in molte le persone che, dopo aver acquistato del pesce presso la nostra pescheria a Milano, ci chiedono come pulirlo, per questo motivo abbiamo deciso di creare una piccola guida su come si pulisce il pesce da tenere sempre a portata di clic!

Come pulire il pesce: preparazione

Prima di cominciare a sporcarsi le mani consigliamo di preparare il piano di lavoro e gli utensili necessari:

  • un tagliere
  • forbici da cucina
  • una cesoia
  • un coltello a lama stretta
  • un coltello a lama larga
  • un cucchiaio
  • una pinzetta per rimuovere le spine.

A seconda della tipologia di pesce che vi apprestate a pulire saranno necessari alcuni utensili in particolare ma l’elenco sopra citato va bene nella maggior parte dei casi.

Come pulire il pesce: l’esterno

  • Prima di tutto è necessario eliminare le pinne utilizzando le forbici da cucina. I pesci presentano diversi tipi di pinne: dorsali, caudali, pettorali, ventrali e anali e tutte quante vanno rimosse. Per rimuovere la pinna dorsale è necessario tirarla con decisione partendo dalla coda verso la testa. La pinna caudale (la coda) può essere semplicemente accorciata invece che rimossa.
  • Rimuovere le scaglie: utilizzare un coltello smussato o un cucchiaio e trascinarlo sul corpo del pesce in direzione contraria alla crescita delle scaglie. Girare il pesce e ripetere l’operazione su tutti i lati.
  • Rimuovere la pelle: alcuni pesci come per esempio il pesce gatto, la sogliola o i pesci di fondale hanno una pelle particolarmente dura che è bene rimuovere prima della cottura. Per farlo basta applicare una piccola incisione all’altezza della coda per poi tirare la pelle in direzione della testa fino a rimuoverla completamente.
  • Il passaggio successivo consiste nell’aprire il ventre del pesce per poter pulire l’interno. Per farlo si procede applicando un taglio all’altezza dell’ano fino ad arrivare alla testa del pesce. Utilizzare un coltello affilato ma senza infilare la lama troppo in profondità.

Come pulire il pesce: l’interno

  • Il primo passaggio per la pulizia delle interiora del pesce è la rimozione degli organi interni. Utilizzare un cucchiaio oppure le dita per asportare quanto presente nella cavità addominale. In questa fase è necessario prestare molta attenzione assicurandosi di rimuovere tutto ciò che si trova all’interno del pesce (organi, filamenti, viscere e membrane).

In caso di pesci particolarmente grandi è possibile rimuovere gli organi tramite l’opercolo che si trova sotto la testa sollevandolo e tirando delicatamente gli organi verso l’esterno.

  • Rimuovere la testa: questa operazione non è strettamente necessaria, tutto dipende dal modo in cui volete cucinare il pesce ma nel caso voleste eliminarla basta utilizzare un coltello di medie dimensioni e applicare l’incisione dietro le branchie.
  • Una volta che le interiora e la testa sono state rimosse sarà necessario lavare il pesce sotto l’acqua corrente al fine di rimuovere eventuali residui di sangue, viscere e scaglie. Lavare bene il pesce sia all’interno che all’esterno.

***

Questa mini guida su come pulire il pesce si applica alla maggior parte dei pesci piatti o a sezione tondeggiante. Continua a seguire il nostro blog per scoprire come sfilettare e spinare il pesce!

 

La pescheria Mercato Del Pesce si trova in via Sammartini 70, Milano.